Made in Casa RAE ARGENTINA AL MONDO

Programma speciale di Rae-Argentina al Mondo

Cari amici ascoltatori,
Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la sedicesima edizione del programma Made in Casa.

Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI. Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar,

Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

 

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar . Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Il ministro dell’Economia, Martín Guzmán, ha rassicurato che la nuova offerta indirizzata ai creditori otterrà una rapida accettazione al 50 per cento. Poi fino al 4 di agosto, supererà il 60 per cento, avvicinandosi al 66 per cento necessario per chiudere la partita della ristrutturazione del debito.

La nuova controproposta ha sorpreso positivamente la controparte. E, di fatti, rispetto alla precedente risulta parecchio migliorativa se confrontata con la prima offerta. Ai titolari di buoni Exchange emessi tra il 2005 e il 2010 sono riconosciuti i diritti acquisiti, che verranno inclusi senza modifiche nei nuovi titoli in sostituzione. Il valore attuale netto sarà di 53,3 dollari a fronte di 100 nominali, che salgono a 57 nel caso dei titoli Exchange. La decurtazione di capitale sarà mediamente del 3 per cento ed esclusa per gli Exchange. La nuova offerta, inoltre, riconosce gli interesse maturati al 31 agosto del 2020 ai possessori che accettino l’offerta entro l’ultima scadenza indicata. Un risultato per il presidente Fernández che ora punta a rinnovare i negoziati con il Fondo Monetario Internazionale, la Banca mondiale e Banca interamericana di sviluppo: servono nuovi crediti per rilanciare l’economia avvilita anche dall’emergenza sanitaria. La crisi della pandemia in Argentina presenta ormai un panorama che suppone un doppio sforzo sia per affrontare il virus sia per la ripresa sociale ed economica .

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala

Produzione: Silvana Avellaneda

Web: Julián Cortez

Direttore: Adrián Korol

 

Made in Casa XV

Cari amici ascoltatori,
Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la quindicesima edizione del programma Made in Casa.
/////////////////
Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI. Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano
Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar . Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

 

Mentre diverse città e province iniziano ad attraversare la fase 5 dell’isolamento obbligatorio imposto a causa della pandemia e dopo oltre cento giorni dalla dichiarazione dell’emergenza sanitaria in tutta l’Argentina, a partire da mercoledì 1 luglio , durante 15 giorni, la città di Buenos Aires e parte della provincia omonima ritorneranno alla fase 1 di controllo dinanzi all’aumento dei contagi nella zona più popolata del paese.
Il Ministro dello Sviluppo Sociale, Daniel Arroyo, ha insistito sul bisogno di ottenere un “grande consenso da parte di tutti i settori sociali e politici” per quanto riguarda l’implementazione del “reddito universale di base” quale “politica di Stato”per attenuare le gravi conseguenze provocate dalla pandemia.
Secondo il funzionario, si tratta di “riconvertire gli attuali piani sociali in un reddito di base a carattere universale”,un’alternativa che attualmente si analizza in tutto il mondo. Le proiezioni dell’Argentina prevedono che alla fine di quest’anno, almeno il 60 per cento della popolazione si troverà in condizioni di povertà ed un’alta percentuale senza lavoro.
Secondo Arroyo, il fatto di incominciare ad applicare misure che prevedano la transizione post-pandemica richiederà il movimento di almeno 4 milioni di persone residenti nei quartieri popolari affinché esse possano riprendere le loro attività per “muovere l’economia , generare consumo e perché loro possano avere accesso a condizioni di vita degne”.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.
Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala

Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

Cari amici ascoltatori,
Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la quattordicesima edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar . Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

 

Mentre in Argentina la situazione dinanzi alla pandemia varia a seconda della presenza o meno di casi nelle province, le condizioni nella provincia di Buenos Aires e del Chaco sono più complesse a causa dell’aumento nel picco di contagiati. Si attendono annunci per ogni regione per ritornare a ciò che si chiama “la nuova normalità” o per far marcia indietro verso misure più restrittive come succederebbe nella città di Buenos Aires e nella provincia omonima.
Superati i novanta giorni di quarantena, i Ministri del Lavoro del Mercosur hanno approvato una “Dichiarazione per la protezione dell’impiego” ed hanno esaminato in un incontro virtuale le principali misure adottate dai rispettivi governi fin dall’inizio della pandemia per conservare “il reddito e l’impiego dei lavoratori”. Hanno analizzato il contesto futuro e le possibili politiche di ripresa per la post-pandemia. Il Ministro del Lavoro del nostro paese, Claudio Moroni, ha anticipato che occorrerà immaginare strumenti “flessibili e diversi” di dialogo perché “da una simile crisi si uscirà soltanto con il dialogo tripartito”.
Hanno partecipato alla riunione il Ministro del Lavoro dell’Argentina, Claudio Moroni, il Ministro del Lavoro del Paraguay, Carla Bacigalupo, il Segretario alla Pubblica Sicurezza e al Lavoro del Brasile, Bruno Bianco Leal e Pablo Mieres, Ministro del Lavoro dell’Uruguay.
///////////////
Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.
Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

Cari amici ascoltatori,
Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la tredicesima edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar . Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

 

​La crisi economica, aggravata dalla pandemia del coronavirus, ha colpito in modo differente i diversi segmenti dell’attività produttiva dell’Argentina. Secondo l’analisi elaborata dal Centro di Ricerca e Formazione della Repubblica Argentina (Cifra) e dall’area di economia e tecnologia della Facoltà Latinoamericana di Scienze Sociali (Flacso), la classe media, i settori popolari e le piccole e medie imprese sono stati specialmente danneggiati dall’emergenza sanitaria mentre le grandi imprese non ne hanno sofferto.

Secondo questo rapporto, la maggior parte delle grandi ditte operanti nel paese, che hanno spiegato nel 2019 l’80 per cento delle vendite fra le imprese leader, rimangono attive durante il periodo di isolamento. Non è stato il caso delle piccole e medie imprese le quali, stando al rapporto, erano completamente paralizzate a metà aprile. Dopo la flessibilizzazione della quarantena, la situazione è gradualmente cambiata. Nel mese di maggio soltanto il 25 per cento delle piccole e medie imprese era completamente paralizzato .

L’economista di Cifra e Flacso, Pablo Manzanelli, ha affermato: “È un’economia che funziona nel quadro di una crisi e di un isolamento a due velocità, con una maggioranza rappresentata dai settori popolari e dalle piccole e medie imprese che hanno dovuto affrontare più impedimenti ed un altro segmento costituito dalle grandi imprese che ha funzionato in modo parziale o appieno.

Il quadro della crisi ha peggiorato ancor di più la situazione dell’apparato produttivo dell’Argentina. Secondo i calcoli, superata la crisi del Covid – non vi è una data certa per la fine dell’emergenza Coronavirus -soltanto nella città di Buenos Aires almeno 700 negozi e piccole e medie imprese non riapriranno i battenti.

Questa caduta si aggiunge alla situazione sociale, dove lo stesso governo di Alberto Fernández riconosce che ci si deve aspettare un 50 per cento della popolazione di 45 milioni di argentini in condizioni di povertà. Infatti, secondo i dati del Ministero dello Sviluppo Sociale, l’assistenza alimentare destinata ad otto milioni di persone prima della pandemia viene attualmente erogata ad 11/12 milioni di persone che richiedono l’assistenza dello Stato per mangiare e per vivere.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

 

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

Cari amici ascoltatori,

Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la dodicesima edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar
Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Il presidente Alberto Fernández ha annunciato lunedì il commissariamento dell’impresa di cereali Vicentín e l’invio al Parlamento di un disegno di legge per il suo esproprio e per “riscattare” l’impresa a causa del suo crollo finanziario.

 

 

 

Il presidente Fernández ha affermato: “Con l’esproprio di Vicentín, gli argentini dobbiamo essere molto contenti perché stiamo facendo un passo avanti verso la sovranità alimentare in un mondo post-pandemia che porrà il cibo al centro della discussione”.

Il gruppo Vicentin con sedi anche a San Paolo, Montevideo e Asunción, è uno dei principali player privati del settore agroalimentare argentino, e versa in uno stato di crisi dichiarato dalla fine del 2019 con debiti per oltre 1,3 miliardi di dollari. E tra i grandi creditori c’è lo Stato argentino, attraverso la banca pubblica Banco Nación, per effetto di un prestito di 300 milioni di dollari concesso nel 2019 dal precedente governo in una manovra non esenta di polemiche.
L’obiettivo dichiarato da Fernández è quello di risolvere la crisi del gruppo per salvaguardare i 1.300 lavoratori e i 2.600 piccoli produttori agricoli che forniscono il gruppo. Ma è anche un intervento definito strategico perché agisce sul fronte finanziario, del mercato dei cambi e nel mercato interno del settore alimentare.

Il Presidente della Repubblica ha asserito che il commissariamento di Vicentín cerca di “usufruire della capacità manageriale di YPF” ed ha aggiunto che se ci fosse evidenza di frode ai danni dello Stato durante il governo precedente di Mauricio Macri, si presenteranno le denunce pertinenti alla magistratura.
Inoltre ha precisato che l’impresa “sarà dichiarata di pubblica utilità” ed ha rilevato la sua importanza nella produzione di alimenti e per la “sovranità alimentare”.

Fernández ha chiesto “tranquillità ai lavoratori dell’impresa” che manterranno il loro posto di lavoro e ai 2.600 produttori che potranno continuare a lavorare ed a vendere le granaglie attraverso l’azienda”.
Dal suo canto, il Ministro dello Sviluppo Produttivo, Matías Kulfas, ha affermato che il salvataggio del gruppo Vicentín permetterà di sostenere il suo “ruolo centrale nel mercato agroindustriale” e darà allo Stato la possibilità di avere un'”leading case nel mercato dei cereali e nel mercato dei cambi”.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

Cari amici ascoltatori,
Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi l’undicesima edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa. Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI

Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

 

 

 

Mentre in gran parte dell’Argentina inizia la riapertura delle attività in modo graduale in virtù del calo di casi di coronavirus, nella città di Buenos Aires e nella provincia omonima si valuta la proroga del periodo di isolamento a causa dell’alto numero di persone infette nella regione più popolata del paese.

D’altro canto, nel quadro di una situazione economica peggiorata a causa della pandemia, il governo affronta la rinegoziazione del debito con i bondholders privati.
Il Fondo Monetario Internazionale ha considerato che l’offerta argentina agli obbligazionisti è “consistente con il ristabilimento della sostenibilità del debito”. L’organismo ha affermato che vi è “un margine limitato per aumentare i pagamenti ai creditori privati e nel contempo adempiere le soglie di debito ed il servizio del debito calcolati dallo staff tecnico del FMI”.

Il pronunciamento del FMI è considerato “un importante appoggio” alla proposta presentata dall’Argentina, dinanzi alla scadenza del termine di pagamento ai creditori internazionali.

D’altronde, il presidente Alberto Fernández ha rilevato che “i più bisognosi ed i più abbienti possono unirsi allo Stato per fare una società più giusta”. Il mandatario ha rilasciato queste dichiarazioni in occasione dell’inaugurazione di un “ospedale solidale” destinato ai pazienti senza copertura sanitaria, allestito nel predio dell’ospedale privato Austral, nella località di Pilar, provincia di Buenos Aires.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

 

Decima edizione del programma speciale di Rae-Argentina al Mondo

Cari amici ascoltatori, Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la decima edizione del programma Made in Casa.

Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI

Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano

Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar

 

 

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

“La quarantena durerà quello che dovrà durare affinché gli argentini siano sani e non muoiano”. Lo ha dichiarato il presidente Alberto Fernández nella conferenza stampa di sabato 23 marzo nella quale ha ratificato il prolungamento dell’isolamento sociale preventivo ed obbligatorio fino al 7 giugno. Con questa proroga, il paese avrà 70 giorni di confinamento con maggiore o minore flessibilità a seconda della regione e del numero di persone infette. I principali argomenti esposti da Fernández sono stati la retrocessione nel tempo di raddoppio dei casi, l’espansione del contagio – si è quintuplicato nell’Area Metropolitana di Buenos Aires che comprende la città di Buenos Aires più grandi settori della provincia di Buenos Aires e la concentrazione del virus nei quartieri popolari di tutto il paese dove vi è una maggior densità di popolazione.

D’altro canto, e con il riconoscimento da parte dello stesso governo che almeno 11 milioni di persone dipendono dall’aiuto statale destinato ad attenuare la crisi economica e lavorativa provocata dalla pandemia, si è saputo che Unicef Argentina ha previsto che la povertà avrà un impatto del 59 per cento su bambini e adolescenti argentini. Ciò significa che sei su ogni dieci bambini saranno poveri alla fine di dell’anno.
Malgrado i reclami per il prolungamento dell’isolamento e la caduta dell’economia, il presidente Fernández ha insistito sul fatto che l’emergenza sanitaria “evidenzia la disuguaglianza in cui viviamo”in Argentina.

Il mandatario ha affermato che non “si lascerà sfuggire l’opportunità di costruire un paese più giusto”.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

 

Cari amici ascoltatori,
siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la nona edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti di noi siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.
Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI

Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano
Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar

 

 

 

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Negli oltre sessanta giorni di quarantena obbligatoria, nella città di Buenos Aires si è registrata una crescita esponenziale di casi di coronavirus nei quartieri popolari, meglio noti come “villas” a causa della precarietà nelle condizioni di vita.

La bomba è scoppiata nella città di Buenos Aires quando è morta Ramona Medina, una donna di 42 anni che aveva denunciato che nel quartiere 31 “Carlos Mugica”, situato nel quartiere Retiro, non avevano acqua potabile da oltre 15 giorni. In un video che ha commosso il paese, Ramona ha dimostrato la differenza abissale nella quarantena delle classi più vulnerabili in tutto il paese.

Quartieri con scarso o nullo accesso all’acqua potabile, sovraffollamento abitazionale, lavori precari che con lo stop provocato dalla pandemia hanno portato al collasso delle economie domestiche ed alla crescita esponenziale di intere famiglie che si recano nelle mense sociali per aver accesso al cibo quotidiano.

Alcuni giorni dopo la sua denuncia, Ramona e la sua famiglia sono stati ricoverati a causa del Covid-19. Lei purtroppo è deceduta.

Referenti di diverse organizzazioni sociali e di 63 mense del quartiere si sono riuniti lunedì nella parrocchia del rione per chiedere al governo della città di Buenos Aires, presieduto dal governo di destra di Horacio Rodríguez Larreta, la dichiarazione dell'”emergenza sanitaria, abitazionale ed alimentare”.

Nella capitale argentina, il quartiere 31 è il più colpito dal coronavirus, con circa 900 casi su un totale di circa 1.500 nei rioni popolari come le baraccopoli 1-11-14 e Zabaleta, situate nel sud della città.

Intanto Il governo di Alberto Fernández ha ampliato il piano Detectar verso la provincia di Buenos Aires ed altri grandi centri urbani del paese. Questo piano mira ad individuare in modo precoce i pazienti positivi al coronavirus, attraverso un dispositivo creato da scienziati argentini che hanno lavorato congiuntamente per ottenere un kit di diagnosi veloce che costa 8 dollari mentre il prezzo dei kits a livello internazionale sale a 60 dollari.

Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, il coronavirus colpisce le donne e gli uomini in proporzioni quasi identiche. Fra i casi registrati, la fascia di età più colpita è quella che va dai 20 ai 59 anni, essendo l’età media di 40 anni .

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

Ottava edizione del programma speciale di Rae-Argentina al Mondo

Cari amici ascoltatori,
siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi l’ottava edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti lavoratori siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami, WRMI
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com e rae@radionacional.gov.ar, Il nostro facebook: raeargentina, Il nostro twitter: @raeargentina e @raeitaliano
Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar

 

 

 

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina. Inoltre, possono visitare il canale Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

​In Argentina, il governo ha annunciato l’estensione di una quarantena controllata in tutto il paese, fatta eccezione per la città di Buenos Aires e la provincia omonima, fino al 26 maggio. Ciò significa che le autorità di ogni provincia, in accordo con il governo di Alberto Fernández, hanno stabilito i protocolli per le passeggiate a scopo ricreativo e l’apertura di industrie e di negozi in tutto il territorio. In alcune province come ad esempio Jujuy, nel nord-ovest del paese, sono ammesse le uscite ricreative, rispettando le prescrizioni a tutela della salute e la distanza interpersonale di protezione.

Nella città di Buenos Aires vige un maggior controllo. Nella capitale argentina, possono uscire di casa coloro che operano nei servizi essenziali o il resto dei cittadini secondo il metodo di carte d’identità alterne ed il giorno della settimana. Ciò è dovuto al fatto che nella città di Buenos Aires vi è il maggior numero di contagi da Covid-19, specialmente nelle zone più vulnerabili come le baraccopoli 31 ed 1-11-14. Nella baraccopoli 31, dove abitano oltre 40.000 persone, si effettuano test diagnostici allo scopo di individuare pazienti asintomatici ed evitare la propagazione ancor maggiore del virus.

In questo contesto dove vi è una flessibilizzazione di alcune misure dopo cinquanta giorni di quarantena, gli sguardi sono rivolti alla situazione economica nel paese. La titolare del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva, ha affermato che quell’organismo è molto interessato ad appoggiare l’Argentina nella sua lotta contro una doppia crisi: la crisi del coronavirus ed il problema della sostenibilità del debito. Consultata durante un seminario virtuale organizzato dal Financial Times sull’offerta di ristrutturazione del debito, la Georgieva ha asserito: “Vedo un governo che vuole fare la cosa giusta per il suo popolo e per il suo ruolo nella regione e nell’economia mondiale”.

In tanto il governo di Alberto Fernández attraverso il Ministero degli Esteri ha fatto richiesta di estradizione dal Brasile dell’ex repressore della dittatura militare, Gonzalo Sànchez, accusato in Argentina per crimini commessi nel centro di detenzione clandestino della marina conosciuto come Esma. Tra le imputazioni a carico di Sanchez alias “Chispa”, anche il sequestro e la sparizione del giornalista, scrittore e militante politico Rodolfo Walsh, autore di investigazioni e denunce contro il governo de facto instaurato con il golpe del 1976. L’ex ufficiale della prefettura argentina è stato arrestato l’8 maggio nella località di Paraty, 250 chilometri a sud di Rio de Janeiro. Su di lui pende un ordine di arresto e di estradizione del giudice federale Sergio Torres emesso nel 2011. Nel 2017 la Corte suprema del Brasile ne aveva concesso l’estradizione.

“Per l’importanza di questo arresto come contributo al processo di memoria, verità e giustizia”, segnala una nota del ministero degli Esteri argentino, le gestioni diplomatiche in corso per l’estradizione vengono seguite “direttamente e in modo personale” dal presidente Alberto Fernandez e dal ministro degli Esteri, Felipe Solà nel quadro del trattato con la Repubblica Federale del Brasile del 1967. Partecipano al processo di estradizione da parte brasiliana il ministero degli Esteri ed il ministero della Giustizia di quel paese. Si tratta del primo criminale della dittatura militare argentina che verrà estradato dal Brasile sotto il governo del presidente Jair Bolsonaro. Il presidente brasiliano in diverse occasioni ha rivendicato i governi militari degli anni 70 e 80 nella regione.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI. I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore Rae Argentina al Mondo: Adrián Korol

 

Salve amici ascoltatori,

Siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la settima edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti lavoratori siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami.
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com
Il nostro facebook: raeargentina
Il nostro twitter:@raeargentina e @raeitaliano
Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

In Argentina, con una quarantena in tutto il paese che si prolungherà almeno fino al 10 maggio, tutti gli sguardi sono rivolti alle misure che il governo di Alberto Fernández adotterà nelle trattative con i bondholders stranieri , i quali si rifiutano di accettare che la situazione del paese sia critica per compiere il pagamento di interessi e benefici.

 

 

 

In questo contesto, il governo ha ricevuto lunedì un forte appoggio politico da parte di diversi settori sociali, sindacali ed imprenditoriali, il quale ha servito per dimostrare che nel paese i settori produttivi sono schierati con la politica ufficiale.

Inoltre, durante questa settimana, si sono approfondite le misure sociali per attenuare la situazione di milioni di persone colpite nelle loro entrate e nei posti di lavoro a causa dello stop imposto dalla quarantena decisa per contenere un forte aumento dei casi di coronavirus.

In un comunicato stampa, Fernández ha ringraziato gli imprenditori ed i lavoratori del loro appoggio ed ha definito “storico” l’accordo salariale firmato fra le parti la scorsa settimana. L’accordo stabilisce che si pagherà il 75 per cento degli stipendi dei lavoratori le cui attività sono sospese. Per quanto riguarda la proposta argentina relativa alla rinegoziazione del debito, il mandatario ha spiegato che il suo governo cerca “una soluzione per sempre, duratura, che non ci faccia ritornare indietro perché dobbiamo assimilare gli insegnamenti che questo tempo ci ha dato, soprattutto quello di tirare tutti dalla stessa parte”.

In questa situazione storica a livello mondiale, la prima seduta virtuale nel Senato, prevista per il 13 maggio, che sarà presieduta della vicepresidente Cristina Kirchner, costituirà uno spartiacque nel paese.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar.

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina nella maggior parte dei segnali di AM, FM e RAE.

Inoltre, possono visitare il canale di Youtube-Rae Argentina al Mondo dove potranno trovare parte delle produzioni e contenuti elaborati da tutto lo staff che fa parte del segnale internazionale dei media pubblici dell’Argentina.

Staff Rae Italiano: Caritina Cosulich e Marcelo Chelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez
Direttore: Adrián Korol

 

Salve amici ascoltatori, siamo Caritina Cosulich e Marcelo Ayala di Rae Italiano, Rae Argentina al mondo. In questa occasione, abbiamo il piacere di offrirvi la sesta edizione del programma Made in Casa. Nell’attuale contesto di confinamento a causa della pandemia di Covid-19, molti lavoratori siamo costretti a lavorare da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.

 

 

 

Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami.

Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com
Il nostro facebook: raeargentina
Il nostro twitter:@raeargentina e @raeitaliano
Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar.

Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina nella maggior parte dei segnali di AM, FM e RAE.

Nel quadro della lotta mondiale per contenere i danni provocati dal Covid-19, la quarantena obbligatoria si prolungherà fino al 10 maggio in tutto il territorio argentino. Sabato scorso, il presidente Alberto Fernández ha rilasciato il messaggio a reti unificate. Il mandatario ha precisato che la decisione comprende alcune misure di flessibilizzazione controllate dal governo di ognuna delle 23 province più la città di Buenos Aires.

Questi provvedimenti includono permessi per passeggiate “ricreative” di un’ora, entro un raggio di 500 metri dalla propria abitazione per bambini ed anziani. Nei quattro principali distretti del paese, aventi una densità di popolazione di oltre un milione di persone, le misure si mantengono con delle restrizioni a causa dei rischi di contagio e l’aumento moderato di persone malate verificatosi negli ultimi giorni. Questi grandi distretti sono la città di Buenos Aires, la provincia di Buenos Aires, la città di Cordoba e le aree metropolitane, nella provincia di Córdoba, nel centro del paese.

La città di Mendoza e le aree metropolitane, ad ovest del paese e le città di Santa Fe, Rosario e le aree metropolitane, nella provincia di Santa Fe, ad est dell’Argentina. In altre province, con con 500.000 abitanti od oltre, le autorità hanno deciso di mantenere l’isolamento preventivo per evitare un picco di contagi a causa della concentrazione di persone e l’altissima circolazione nei luoghi pubblici.

 

QUINTA EDIZIONE PROGRAMMA MADE IN CASA

In questo momento particolare, in cui la pandemia da Covid-19 ha cambiato il modo di lavorare per molti argentini, Rae Argentina al mondo vi offre la quinta edizione del programma Made in Casa. Tutto lo staff di Rae svolge il suo lavoro da casa. Traduciamo, registriamo audio, aggiorniamo il rapporto sul Covid-19. Il tutto da casa.
Vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami WRMI
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com
Il nostro facebook: raeargentina
Il nostro twitter:@raeargentina e @raeitaliano

Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. Vi spediremo una qsl elettronica.

​In Argentina, nel quadro della lotta mondiale per frenare i danni provocati dal coronavirus, è trascorso un mese dall’ inizio della quarantena obbligatoria. Sebbene non sia stato rilasciato un annuncio ufficiale, il governo del presidente Aníbal Fernández annuncerebbe il prolungamento dell’isolamento sociale per altri quindici giorni a partire dal 26 aprile.
Quotidianamente, i nostri ascoltatori possono trovare il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino sul nostro web www.rae.com.ar. Potranno pure trovare il nuovo schedule via onde corte dato che attraverso lo streaming, possono avere accesso quotidianamente alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina nella maggior parte dei segnali di AM, FM e RAE.
In un contesto in cui stando alle informazioni ufficiali il numero di casi si mantiene sotto controllo, anche se si attende ancora il picco di contagi in tutto il paese, l’aspetto economico dell’Argentina è un tema centrale a livello politico e sociale.
L’Argentina trascina una richiesta milionaria di finanziamento al Fondo Monetario Internazionale, più una situazione socio-economica critica, aggravata dalla pandemia. In questo contesto, il ministro dell’Economia, Martín Guzmán, ha annunciato che l’Argentina ha una situazione di debito “che non può affrontare”. Nel contempo, ha informato che il governo lavora ad “un nuovo programma che prevede di non fare nessuno esborso di capitale a fronte del debito nei prossimi tre anni”. Una delle questioni centrali in tutto questo processo è il fatto che il governo conta sull’appoggio dei governi provinciali e su quello dei settori più rappresentativi dell’opposizione.

 

 

Le ripercussioni generate dall’annuncio non si sono fatte attendere soprattutto da parte dei capitali privati speculativi. In dichiarazioni alla stampa, il ministro Guzmán ha asserito che parte delle reazioni erano prevedibili ed ha argomentato che si tratta di comportamenti dove “l’altra parte cerca di esercitare pressione affinché l’Argentina offra di più”.
​Il ministro ha affermato che l’equipe economica lavora per risolvere “la crisi sanitaria ed economica e per aprire uno scenario in cui il paese possa pagare però in un contesto che tenga in conto l’idea che l’economia argentina si rimetta in piedi, si riprenda e che quella ripresa non sia soffocata dai pagamenti del debito”.
Per ciò, Guzmán ha messo in rilievo la posizione del governo appoggiato da tutto l’arco politico. “Se (prima) non si poteva pagare nulla, con il coronavirus ancora di meno”. La priorità è salvare vite e mitigare le condizioni di vita della popolazione.

In questo modo, cari amici ascoltatori siamo giunti alla fine della quinta edizione del programma Made in casa. Vi preghiamo di rispettare i comportamenti più opportuni per prevenire l’infezione da Coronavirus: lavarsi bene le mani, osservare la quarantena, mantenere le distanze sociali.
Prima di concludere, vi ricordiamo che il nostro programma va in onda dalle 21 alle 22 UTC sulla frequenza 9395 kHz tramite il relay locato a Miami.
Il nostro indirizzo e-mail: raeitaliano@gmail.com
Il nostro facebook: raeargentina
Il nostro twitter:@raeargentina e @raeitaliano

Se volete inviarci i vostri rapporti di ascolto, scriveteci a: qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, vi spediremo una qsl elettronica.

​Staff Italiano: Caritina Cosulich/ Chelo Ayala
Produzione: Silvana Avellaneda
Web: Julián Cortez

 

 

 

QUARTA EDIZIONE

Nel quadro della quarta settimana di quarantena obbligatoria nella Repubblica Argentina arriva una nuova edizione di #Made in Casa, un programma multilingue, creato nelle otto lingue in cui Rae Argentina al Mondo trasmette: spagnolo, inglese, italiano, francese, portoghese, tedesco, cinese e giapponese.

Il tutto è stato registrato ed edito nelle nostre case, utilizzando tutti i mezzi domestici disponibili per la sua realizzazione, nella maggior parte messaggi audio via Whatsapp e applicazioni mobili.

Nel quadro della lotta per frenare i danni provocati dal Covid-19, si manterrà in tutto il paese la quarantena obbligatoria fino al 26 aprile . Ricordiamo ai nostri ascoltatori che tutti i giorni possono trovare nella nostra pagina web il rapporto sanitario ufficiale del governo argentino tradotto nelle otto lingue in cui Rae trasmette . In questa pagina sono disponibili i nuovi schedule di trasmissione via onde corte dato che attraverso lo streaming possono avere accesso alla programmazione congiunta di Radio Nacional Argentina.

I rapporti di ascolto devono essere spediti a qslrae@gmail.com. A ricezione avvenuta, sarà spedita una QSL digitale.