Cambiamento Climatico RAE ARGENTINA AL MONDO

In Brasile ripristinata la piantagione della canna da zucchero in Amazzonia

Secondo una risoluzione pubblicata mercoledì 6 novembre nel bollettino ufficiale, il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha revocato un decreto che vietava la piantagione della canna da zucchero nelle aree che ancora preservano la loro vegetazione originaria come l’Amazzonia ed il Pantanal.

Il decreto era stato approvato nel settembre 2009 durante il governo di Luiz Inácio Lula da Silva (presidente fra il 2003 ed il 2010), allo scopo di regolare l’espansione senza controllo della coltivazione della canna da zucchero nelle zone da proteggere. Entrambe le zone sopra menzionate sono molto importanti, sono i polmoni del mondo.

L’Amazzonia occupa circa 5 milioni di chilometri quadrati nel nord del Brasile ed il Pantanal, nello stato di Mato Grosso do Sul, è uno dei più grandi terreni umidi in America. La revoca del decreto è stata duramente criticata da diverse organizzazioni ecologiste. Secondo loro, il decreto firmato nel 2009 è stato “fondamentale per progettare il settore dello zucchero nello scenario internazionale.

Si offrivano garanzie sul rispetto da parte della produzione brasiliana riguardante i criteri ambientali, agevolando l’ingresso dell’etanolo nei mercati con regole ambientali più rigide”.

PlayPlay