LA CONVERSAZIONE RAE ARGENTINA AL MONDO

G20: Intervista al Ministro del governo Italiano Gian Marco Centinaio

Giovedì 27 luglio abbiamo intervistato telefonicamente il funzionario a capo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo della Repubblica d’Italia,  Senatore Gian Marco Centinaio.

Il Ministro Centinaio visita per la prima volta il nostro paese dove è arrivato per partecipare all’incontro dei Ministri del G20  che si svolge quest’anno in Argentina e ha affermato che “Il rapporto tra l’Italia e l’Argentina è ottimo”

L’appuntamento è molto importante e si porrà l’accento sul ruolo dei Paesi G20 nelle sfide globali quali la sicurezza alimentare, lo sviluppo sostenibile e gli effetti dei cambiamenti climatici.

Ha spiegato: “Riteniamo che l’agricoltura, l’ambiente e quello che i nostri cittadini mangiano e bevono debba essere tutelato”, “bisogna far si che i cittadini siano messi nelle condizioni  di poter viver tranquillamente ed essere tranquilli nel momento in cui ci sono dei governi che possono decidere nei migliori dei modi”.

In ore del mattino di giovedì, si è rivolto alla comunità italiana in Argentina, durante un incontro presso il Consolato Italiano a Buenos Aires.

“È stato un bellissimo incontro, che ho voluto fortemente insieme al Console (NdR Riccardo Smimmo) , perché voglio far capire agli italiani che il governo italiano gli è vicino e penso che gli italiani in Argentina siano il nostro biglietto da visita, li ho voluti ringraziare per tutto quello che stanno facendo”

In missione come Ministro delle Politiche Agricole ha avuto un  incontro con il Ministro dell’Agroindustria dell’Argentina Luis Miguel Etchevehere.

Stando al Senatore Centinaio “lo spreco alimentare è una delle cose peggiori, i nostri nonni ci hanno insegnato che gli alimenti non si debbono buttare via perché l’agricoltore, il contadino ha fatto fatica a produrli, quindi sono il frutto del lavoro di chi ha lavorato la terra, di chi ha lavorato i campi”.

In materia turistica ha detto che l’Italia deve far conoscere agli argentini il luogo delle loro origini e promuovere lo scambio tra i cugini e parenti che abitano sia in Argentina sia in Italia.

Quest’intervista non sarebbe stata possibile senza la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia in Argentina e il Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires

Intervista: Caritina Cosulich-Marcelo Ayala / Produzione: Ayala-Cosulich / Fonico: Fabio Martìnez / Web: @CheloAyala